FUTURBIOERBE

UNO SGUARDO ALLE TRADIZIONI PER INNOVARE L'AGRICOLTURA!

PROVE GENERALI PER LA RACCOLTA DEL CREN


Le prove agronomiche sul cren hanno evidenziato le differenze morfologiche e di resistenza delle diverse piante, le migliori senz’ombra di dubbio sono state Bolzano e Sgonico.

Ad ottobre abbiamo raccolto alcune piante, allo scopo di verificare la crescita della radice, l’incidenza del tipo di terreno sulla formazione e sopratutto il gusto e la lavorabilità del prodotto.La raccolta di alcuni campioni è stata fatta per tutti e tre i campi sperimentali ed a solo  1 anno dal trapianto.

IMG_1030

Come si può notare anche dalla fotografia le radici non hanno sviluppato un fittone carnoso, la parte edibile è esigua. La radicie, come era prevedibile, si sviluppa meglio in terreni sciolti e profondi.

IMG_1037

A sx bolzano, a dx pianta selvatica

Visibile la differenza tra la radice della pianta commerciale “Bolzano” e quella selvatica, nella seconda infatti è evidente la lignificazione, che sicuramente renderebbe il prodotto difficile da trasformare, di contro il sapore crudo ci è parso più deciso e piccante.

La conferma di queste valutazioni la faremo a raccolta completa nel 2013, con le radici più grandi e sviluppate.

IMG_1038 IMG_1037 IMG_1036 IMG_1035 IMG_1034 IMG_1033 IMG_1032 IMG_1031 IMG_1030 IMG_1029 IMG_1028

Annunci

7 commenti su “PROVE GENERALI PER LA RACCOLTA DEL CREN

  1. Laura
    04/01/2013

    Ciao !!
    Complimenti per l’avanzamento lavori e la carrellata fotografica…..
    un bacione da Milano !!

    Laura

    • futurbioerbe
      04/01/2013

      Ciaooooooooo!!!!!!queste erano le foto di ottobre, c’eri ancora tu!!!!oggi abbiamo pulito la rosa….più che altro radicchio canarino….quindi ti lasciò immaginare l’esito!ci manchi!baci dal fvg

  2. Raffaella
    07/01/2013

    Bravi

  3. andrea
    10/02/2013

    ma perchè il cren una volta era così piccante e oggi non lo è più, anche parlando con tante persone tutti si lamentano perchè oggi il cren è poco piccante

    • futurbioerbe
      13/02/2013

      Ottima osservazione!Non saprei dirti se si tratta di un discorso commerciale: il mercato richiede radici dal sapore meno forte o se è dovuto ad una raccolta anticipata della radice.
      Noi abbiamo osservato che tra la varietà commerciale e le piante spontanee c’è una differenza di sapore a crudo, quest’ultime sembrano essere più piccanti. Noi per ora abbiamo fatto solo una raccolta a campione per verificare lo sviluppo dell’apparato radicale, quest’anno invece faremo raccolta e trasformazione, così sapremo darti informazioni migliori in merito.
      grazie

  4. kmetijaregent1994
    25/03/2013

    ripassando oggi in rassegna gli appunti di orticoltura ho trovato segnato che l’estratto di finocchio (o finochietto selvatico?) è utile contro il mal bianco del hren!!voi come combattete questa malattia?

    • futurbioerbe
      02/04/2013

      Fortunatamente il mal bianco si è manifestato a fine ciclo.In commercio oltre agli estratti vegetali ci sono diversi oli essenziali (semi di pompelmo etc) che hanno azione di “induttore di resistenza” e quindi conferiscono alla pianta una vigoria maggiore e gli permettono di resistere maggiormsante agli attacchi fungini. In agricoltura biologica comunque sono ammessi alcuni prodotti a base di zolfo che sicuramente danno dei buoni risultati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: