FUTURBIOERBE

UNO SGUARDO ALLE TRADIZIONI PER INNOVARE L'AGRICOLTURA!

Il LUPPOLO


Il luppolo (Humulus lupulus, famiglia delle Cannabinaceae) è una pianta erbacea e perenne, con rizoma ramificato dal quale si estendono esili fusti rampicanti che possono raggiungere i 7 metri d’altezza.

LUPPOLO SELVATICO (Amaro-Udine)

CARATTERISTICA FOGLIA DEL LUPPOLO

Vive lungo le rive dei corsi d’acqua, ai margini delle strade, nei luoghi umidi e selvatici, dalla pianura fino ad un’altitudine di 1.200 metri se il clima non è troppo ventoso ed umido. Il luppolo predilige ambienti caldi e terreni fertili e ben lavorati. La coltivazione del luppolo in Italia fu introdotta, a partire dal 1847, dall’agronomo Gaetano Pasqui di Forlì, che promosse anche una fabbrica di birra in attività fino agli anni ’30 dell’Ottocento.

La sua presenza, in forma selvatica, è molto comune nell’Italia settentrionale.

Le foglie sono opposte, cuoriformi, picciolate, palmato-lobate con 3-5 lobi dal margine dentato. La parte superiore si presenta ruvida al tatto, la parte inferiore è invece resinosa. È una specie dioica,  esistono perciò esemplari maschili e femminili, con fiori unisessuali.

La fioritura avviene in estate, l’impollinazione è anemofila (trasporto per mezzo del vento) e in settembre-ottobre avviene la maturazione dei semi.

E’ una pianta dioica, cioè ci sono piante con soli fiori femminili e con soli fiori maschili, questo perché i fiori sono infiorescenze unisessuali.

INFIORESCENZA FEMMINILE

INFIORESCENZA MASCHILE

I fiori maschili sono pendenti dalle ascelle delle foglie raccolti in una pannocchia di colore giallognolo; i fiori femminili sono dei coni ovoidali verdastri, costituiti da brattee verde pallido.

Le infiorescenze femminili sono ricche di ghiandole resinose secernenti una sostanza giallastra e dal sapore amaro, composta da a-acidi (luppolina, umulone e lupulone), e da polifenoli (es. flobafeni, xantumolo) e numerosi oli essenziali, che vengono utilizzati per aromatizzare e conferire alla birra il suo gusto caratteristico.

LUPPOLINA ALL’INTERNO DEL CONO

I frutti ad achenio sono appaiati all’ascella di ogni brattea dell’infiorescenza femminile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16/06/2012 da in Agricoltura, Ambiente e Biodiversità, tecnologie alimentari, Tradizioni, Uncategorized.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: